(ANSA) – ROMA, 26 LUGLIO 2017 – La dichiarazione precompilata migliorerà ancora.

“La dichiarazione precompilata migliorerà ancora e renderà fruibile anche il servizio online a un numero maggiore di contribuenti”. Questo è quanto affermato dai Coordinatori della Consulta Nazionale dei CAF – Massimo Bagnoli e Mauro Soldini. Continua a leggere

Redditi e 770, l’invio slitta al 31 ottobre.

Diventa ufficiale la proroga per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi, dell’Irap e del modello 770. Continua a leggere

Dichiarazioni 730, sono 20mln nel 2017. Oltre 17mln gli Italiani che si sono rivolti ai CAF.

COMUNICATO STAMPA del 26 luglio 2017

Sono 20 milioni le dichiarazioni dei redditi degli italiani nel 2017 (riferite all’anno 2016) fate attraverso il Mod. 730. Una parte di queste, quasi 2,3, è stata inviata online direttamente dai contribuenti. Continua a leggere

Credito d’imposta per riacquisto prima casa

A favore dei contribuenti che, entro un anno dalla vendita dell’immobile acquistato con i benefici prima casa, provvedono a comprare un’altra casa, per il cui acquisto ricorrono le medesime condizioni agevolative, è previsto il riconoscimento di un credito d’imposta (articolo 7, commi 1 e 2, legge 448/1998).
Continua a leggere

Sempre più famiglie ricorrono all’ISEE

Nei primi 6 mesi del 2017 le famiglie italiane che si sono rivolte ai CAF per presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) e ottenere dall’INPS la certificazione ISEE sono state oltre 3 milioni e 700, mila, con un incremento di oltre il 10 per cento rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. Continua a leggere

Posticipato il termine di versamento delle imposte per i titolari di redditi di impresa.

E’ slittato a ieri, 20 luglio 2017, per i titolari di reddito d’impresa (e, quindi, anche per i soci a cui è attribuito il reddito della società partecipata ai sensi degli articoli 5, 115 e 116 del testo unico delle
imposte sui redditi), il termine per effettuare i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2016 e il versamento del primo acconto.
Lo prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, che è stato firmato ed è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto 2017 i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.

Inoltre, secondo quanto riportato da fonti istituzionali, il MEF sarebbe anche favorevole e pronto alla proroga delle seguenti scadenze e nelle seguenti date:

  • modello 770 e modello Unico al 31 ottobre 2017;
  • spesometro I semestre 2017 al 30 settembre (ma è probabile un ulteriore rinvio al 15 ottobre);
  • abolizione dell’obbligo di stampa dei registri Iva.

[Fonte: Mef]

Detrazione spese sanitarie rimborsate.

In linea generale, per poter esercitare il diritto alla detrazione delle spese sanitarie, è necessario che le stesse siano state effettivamente sostenute e rimaste a carico del contribuente. Si considerano rimaste a carico anche le spese sanitarie rimborsate per effetto di premi di assicurazioni sanitarie versati dal contribuente e a fronte di assicurazioni sanitarie stipulate dal sostituto d’imposta, o pagate dallo stesso, con o senza trattenuta a carico del dipendente.

Continua a leggere

Bonus e sconti a quattro zampe a sostegno del bilancio familiare

Disposizioni nazionali e locali prevedono misure a favore di chi cura e accoglie in casa animali, alleggerendo, tra l’altro, in alcuni casi, i costi delle amministrazioni comunali.
Bonus e sconti a quattro zampe|a sostegno del bilancio familiare.
A tutela degli animali e a sostegno di chi se ne prende cura, anche nel 2017 sono stati confermati sconti e detrazioni fiscali in grado di alleggerirne i costi.
In materia, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti con la circolare 7/E del 4 aprile scorso. Continua a leggere

Bonus asilo nido: dalle 10 del 17 luglio sarà attivo il servizio

Dalle 10 di lunedì 17 luglio 2017 sarà attivo il servizio online per richiedere il bonus asilo nido.

Il contributo, fino a un importo massimo di 1.000 euro su base annua, può essere corrisposto, previa presentazione della domanda da parte del genitore, per far fronte a due distinte situazioni: Continua a leggere

Centri assistenza fiscale, meno fondi e più sanzioni. Così il Tesoro scarica i costi sui contribuenti

Il governo continua a ridurre gli stanziamenti. I primi effetti negativi per l’utenza arriveranno a ottobre, quando finirà la tregua raggiunta con l’Inps sulla compilazione della certificazione Isee necessaria alle fasce più deboli della popolazione per l’accesso gratuito ad alcuni servizi pubblici.
Scaricare integralmente sui cittadini il costo dell’assistenza fiscale per far fronte alla complessa macchina amministrativa italiana. Continua a leggere