L’assegno per i nuovi nati nel 2018

Pubblicata la circolare INPS – la n°50/2018 – con la quale viene fatta chiarezza sulle novità introdotte nel 2018.

Come noto, il Bonus Bebè (che si può richiedere dal 22 febbraio al 31 dicembre 2018) è l’assegno di natalità destinato ai nuclei familiari per ogni nuova nascita confermato anche per il 2018 ma con alcune novità. Continua a leggere

Documentazione ENEA per interventi di risparmio energetico

La detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici è stata introdotta dalla legge finanziaria 2007 (articolo 1, commi da 344 a 347, legge 296/2006).
Nel corso degli anni il legislatore ha più volte modificato la relativa disciplina, prorogandone di volta in volta l’operatività (cfr anche articolo 14, Dl 63/2013).
Da ultimo, in materia è intervenuta la legge di bilancio 2018 (articolo 1, comma 3, legge 205/2017). Continua a leggere

Bonus verde 2018

Per il 2018 è prevista una detrazione dall’Irpef lorda pari al 36% delle spese sostenute (nel limite massimo di 5 mila euro) per le seguenti tipologie di interventi eseguiti su unità immobiliari a uso abitativo:
–  sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
–  realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Continua a leggere

Detrazione del 50% in caso di ampliamento

In caso di lavori di recupero del patrimonio edilizio, per i quali si fruisce della relativa detrazione fiscale, che comportino  un ampliamento  della volumetria preesistente è opportuno prestare attenzione al fine di verificare se, ed eventualmente in quale misura, spetti la detrazione.

Continua a leggere

Spese per alimenti a fini medici speciali

Solo per gli anni 2017 e 2018, nel novero delle spese sanitarie che danno diritto alla detrazione Irpef del 19%, per la parte che eccede la franchigia di 129,11 euro, rientrano anche quelle sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali, inseriti nella sezione A1 del Registro nazionale di cui all’articolo 7 del decreto del ministro della Sanità 8 giugno 2001 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 154 del 5 luglio 2001), a esclusione di quelli destinati ai lattanti (articolo 15, comma 1, lettera c, Tuir, come modificato dall’articolo 5-quinquies, Dl 148/2017).
[Fonte: fiscooggi.it]

 

Detrazioni non rinnovate per l’anno di imposta 2017

Spese per l’arredo degli immobili giovani coppie (Rigo E58 – Sez. III C)
Art.1, comma 75, Legge n. 208 del 2015
Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, potevano beneficiare di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, del 50 per cento delle spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2016 per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima unità abitativa (Art. 1, comma 75, della legge n. 208 del 2015).

Videosorveglianza

Non si detraggono le spese sostenute per un contratto stipulato con un istituto di vigilanza, in quanto la detrazione è applicabile unicamente alle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili (Circolare 6.02.2001 n. 13, risposta 5; Cfr. credito d’imposta videosorveglianza (Rigo G12)).

Detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale (Rigo E71, cod. 1 )
E’ terminato il triennio in cui si poteva beneficiare di una detrazione straordinaria per i soggetti che hanno stipulato o rinnovato contratti di locazione di immobili adibiti ad abitazione principale della categoria “alloggi sociali”.

Attualmente spetta una detrazione stabilita in misura forfetaria, rapportata al numero dei giorni nei quali l’unità immobiliare è stata adibita ad abitazione principale, pari a:
– euro 300 se il reddito complessivo (comprensivo del reddito assoggettato al regime della cedolare secca) non supera euro 15.493,71;
– euro 150 se il reddito complessivo (comprensivo del reddito assoggettato al regime della cedolare secca) è superiore a euro 15.493,71 ma non a euro 30.987,41.

Continua a leggere

Limite reddito figli a carico

La recente legge di bilancio 2018, modificando l’articolo 12, comma 2, Dpr 917/1986 (Testo unico delle imposte sui redditi), ha previsto che, a partire dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni, il limite di reddito complessivo per poter essere considerati fiscalmente a carico è elevato a 4mila euro (articolo 1, commi 252 e 253, legge 205/2017). Pertanto, con riferimento al 2018, continua a trovare applicazione nei confronti di tutti i familiari a carico il limite di 2.840, 51 euro.

Fonte fiscooggi.it

DETRAZIONE SPESE PER IDROTERAPIA

Le spese per le terapie eseguite presso uno stabilimento idroterapico possono essere detratte ai fini Irpef nella misura del 19%.

Sono, invece, escluse le spese sostenute per il viaggio e soggiorno.

La detrazione compete anche se la spesa è stata sostenuta per un familiare fiscalmente a carico.

Secondo il parere del Ministero della Salute del 6 marzo 2018, la detrazione spetta anche per le prestazioni rese dal massaggiatore capo bagnino degli stabilimenti idroterapici. In tal caso, ai fini della detrazione, oltre al documento fiscale comprovante la spesa (ricevuta fiscale o fattura) è necessario che vi sia anche la prescrizione medica che dimostri il collegamento tra la prestazione e la patologia (Circolare n. 7/E/2018).

 

Detrazione spese di intermediazione immobiliare

Sono detraibili al 19% le spese di intermediazione immobiliare per l’acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale, nei termini previsti dall’art. 15 del Tuir, lett.b), su un importo massimo di 1000 euro. Continua a leggere

Detraibilità acquisto apparecchio acustico

Un apparecchio acustico rientra nella categoria dei dispositivi medici. Le spese sostenute per il loro acquisto sono detraibili a determinate condizioni. Continua a leggere