Noleggio occasionale di imbarcazioni

Con l’obiettivo di incentivare la nautica da diporto e il turismo nautico, il legislatore ha previsto che il titolare persona fisica o società non avente come oggetto sociale il noleggio o la locazione, ovvero l’utilizzatore a titolo di locazione finanziaria, di imbarcazioni e navi da diporto, può effettuare, in forma occasionale, attività di noleggio (articolo 49-bis, comma 1, Dlgs 171/2005). Continua a leggere

Comunicazione locazioni brevi 2017

Il decreto legge 50/2017 ha introdotto nel nostro ordinamento il regime fiscale delle locazioni brevi, cioè dei contratti di locazione di immobili a uso abitativo di durata non superiore a trenta giorni (inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali), stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, direttamente oppure tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare o soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare (articolo 4). La medesima disposizione prevede che gli intermediari immobiliari, nonché coloro che gestiscono portali telematici, devono trasmettere i dati dei contratti conclusi per il loro tramite entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello a cui si riferiscono (comma 4). Le modalità con le quali i soggetti interessati devono assolvere gli adempimenti previsti a loro carico sono state stabilite con il provvedimento 12 luglio 2017. In particolare, è stato previsto che i dati dei contratti conclusi siano trasmessi dai soggetti obbligati attraverso i servizi dell’Agenzia delle entrate, in conformità alle specifiche tecniche approvate dalla stessa Agenzia. Queste ultime sono state pubblicate lo scorso 12 giugno. Pertanto, per consentire ai soggetti tenuti all’obbligo di comunicazione di usufruire di un congruo termine per l’effettuazione dell’adempimento, e tenuto conto anche del “periodo feriale”, esclusivamente per i dati dei contratti conclusi nel 2017, il termine per la trasmissione è stato fissato al 20 agosto 2018 (provvedimento 20 giugno 2018).

[Fonte fiscooggi.it]

Guida al VISTO DI CONFORMITÀ – CIRCOLARE 7E

Pubblicata il 27 aprile l’ultimo aggiornamento della guida al VISTO DI CONFORMITÀ relativa all’anno d’imposta 2017.

Tassazione partecipazioni qualificate

La legge di Bilancio 2018 ha riformato la tassazione di utili e proventi assimilati percepiti da persone fisiche titolari di partecipazioni qualificate in soggetti con personalità giuridica.

La partecipazione si definisce qualificata se le quote/azioni detenute dal socio superano il 25% del Capitale Sociale o rappresentano almeno il 20% dei diritti di voto in Assemblea per le società non quotate, ovvero il 5% ed il 2% per le quotate. Continua a leggere

Premi di risultato

La L.232 del 2016 (Stabilità 2017) ha reintrodotto un sistema di retribuzione premiale sui premi di risultato collegati ad incrementi di produttività che consiste nell’applicazione di una imposta sostitutiva pari al 10% da applicare sul valore erogato a titolo di premio di risultato.
Questo valore in seguito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2018 (L.205/2017) è stato elevato ai seguenti importi:
  • da € 2.000,00 a € 3.000,00 (cfr. codice 1 – punto 571 e/o 581 CU 2018);
  • da € 2.500,00 a € 4.000,00 per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro (cfr. codice 2 – punto 571 e/o 581 CU 2018).
Questo particolare regime di tassazione che rimane comunque opzionale per il lavoratore dipendete, si applica esclusivamente ai lavoratori del settore privato che nell’anno di imposta precedente a quello di percezione del premio non abbiano conseguito redditi superiori ad € 80.000,00.
Questi redditi devono essere dichiarati al rigo C4 del Quadro C nel modello 730/2018 ed al rigo RC4 Quadro RC del modello Redditi PF 2018, come “somme per premi di risultato e welfare aziendale“.
Maggiori chiarimenti in merito sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate nella Circolare N.5/E del 29/3/2018.

NOVITA’ 2018 – LOCAZIONI BREVI E CEDOLARE SECCA

NOVITA’ 2018 – LOCAZIONI BREVI E CEDOLARE SECCA 

Con l’introduzione della nuova disciplina fiscale in materia di cedolare secca sui contratti di locazione di immobili ad uso abitativo della durata inferiore a 30 giorni, stipulati da persone fisiche e sottoscritti a partire dal 1 giugno 2017 (cfr. art.4 D.L.50/2017),  è prevista l’applicazione di una ritenuta a titolo di imposta del 21% in caso di locazione conclusa con intermediario anche attraverso portali on line.
La locazione breve nel modello 730/2018 deve essere dichiarata nel Quadro B, mentre le ritenute subite e certificate dall’intermediario mediante il rilascio della Certificazione Unica, devono essere riportate nel Rigo F8 del Quadro F.
Tale disciplina si applica anche alla fattispecie della sublocazione o dei contratti di locazione conclusi dal comodatario in favore di terzi.
In tale ipotesi il reddito da locazione sarà dichiarato dal comodatario al rigo D4 del Quadro D mentre il proprietario dovrà dichiarare al Quadro B la sola rendita catastale dell’immobile.
Nel Modello Redditi 2018 l’imposta sostitutiva sulla locazione breve viene determinata nel nuovo Quadro LC, che riporta le risultanze della liquidazione di imposta relativa ai redditi dichiarati nel Quadro RB dei redditi fondiari ed RL dei Redditi Diversi.

Continua a leggere

Lettere su anomalie redditi 2013: chiarimenti fino al 31 dicembre

Lettere su anomalie redditi 2013: chiarimenti fino al 31 dicembreI contribuenti che in questi mesi hanno ricevuto comunicazioni con cui il Fisco segnala loro anomalie nei redditi 2013 dichiarati e alle quali non hanno dato risposta entro il 2 ottobre,

Continua a leggere

Quadro RW: sanzioni per omessa presentazione.

Quadro RW: sanzioni per omessa presentazione.

La mancata compilazione del quadro RW del modello Redditi Persone Fisiche comporta l’applicazione di una sanzione fissa di € 258,00 se l’omissione viene sanata entro i 90 giorni dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi. Continua a leggere

Nuovo Spesometro: ulteriori chiarimenti del Fisco

Un nuovo comunicato esclude dall’invio le fatture STS e chiarisce obblighi curatori

Nuovo Spesometro

È del 12 settembre un nuovo comunicato dell’Agenzia delle Entrate relativo alla Comunicazione Dati delle fatture emesse e ricevute per il nuovo Spesometro. A sei giorni dalla scadenza originaria, e 16 giorni prima dalla nuova scadenza del 28 settembre, Continua a leggere

Audizione presso la Commissione parlamentare per la semplificazione dei rappresentanti della Consulta Nazionale dei CAF sulle semplificazioni possibili nel settore fiscale.

Egregio Presidente, egregi Senatori e Onorevoli,
la soluzione del modello 730 Precompilato adottata dal Governo nel 2014 e realizzata a partire dal 2015 come nuova modalità di gestione della relazione fiscale fra contribuente e Stato, Continua a leggere