L’assegno per i nuovi nati nel 2018

Pubblicata la circolare INPS – la n°50/2018 – con la quale viene fatta chiarezza sulle novità introdotte nel 2018.

Come noto, il Bonus Bebè (che si può richiedere dal 22 febbraio al 31 dicembre 2018) è l’assegno di natalità destinato ai nuclei familiari per ogni nuova nascita confermato anche per il 2018 ma con alcune novità.

Con la Legge di Bilancio 2018, infatti, sono state stanziate le risorse per confermare il Bonus Bebè, ma solo in misura parziale: quindi rispetto agli anni passati il contributo non sarà versato fino al compimento del 3° anno di età del figlio, ma solo per il 1° anno.

Una novità che non riguarda coloro che hanno fatto richiesta del Bonus Bebè negli anni scorsi, i quali continueranno a ricevere il contributo fino all’avente diritto (ossia fino al compimento dei 3 anni del figlio).

Anche quest’anno comunque il Bonus Bebè si affianca ad altre misure per il sostegno della maternità e delle famiglie, come il Bonus mamma domani e il Bonus Asilo Nido, entrambi confermati per il 2018.

Ricordiamo però che a differenza di questi due contributi per richiedere il Bonus Bebè bisogna rientrare in una determinata fascia di reddito ISEE(25mila euro). L’importo del beneficio infatti è determinato dall’ISEE del nucleo familiare che lo richiede. Inoltre ci sono degli altri requisiti necessari per beneficiare del contributo economico, che di seguito approfondiremo nel dettaglio.

Sono tanti i dubbi che i neo genitori si pongono riguardo il nuovo assegno natalità ed è per questo che l’INPS ha scelto di pubblicare una circolare esplicativa, nella quale trovate tutte le risposte alle vostre domande. Ecco tutto quello che c’è da sapere su uno dei bonus per la famiglia più richiesti negli ultimi anni.

[Fonte money.it]