Acquisto strumenti musicali nuovi

La legge di bilancio 2017 (articolo 1, comma 626, legge 232/2016) ha previsto, anche per quest’anno, il riconoscimento, a favore degli studenti, di un contributo una tantum per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il proprio corso di studi. Il contributo, anticipato dal rivenditore o produttore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita, spetta per un importo non superiore al 65% del prezzo finale, per un massimo di 2mila e 500 euro. Correlativamente, al rivenditore/produttore è attribuito un credito d’imposta di ammontare pari al contributo riconosciuto agli studenti. Il produttore (o il rivenditore) documenta la vendita mediante fattura, anche semplificata, o ricevuta fiscale o scontrino parlante che indichi, oltre agli altri dati ordinariamente richiesti, il codice fiscale dello studente, il prezzo di vendita, comprensivo del contributo e dell’Iva applicata sull’intero ammontare, e l’importo del contributo (cfr provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 14 marzo 2017 e circolare n. 6/E del 31 marzo 2017).

Tratto da fiscooggi.it