Alienazione immobiliare e detrazioni del 50% e del 65%

L’articolo 16–bis del Tuir prevede che il beneficio alla detrazione, nel caso di alienazione dell’unità immobiliare sulla quale siano stati realizzati interventi di recupero del patrimonio edilizio, competa:

  • all’acquirente persona fisica dell’unità immobiliare, salvo diverso accordo delle parti; in merito, con la circolare n. 7E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tale accordo possa essere presente sia nell’atto di trasferimento dell’immobile sia risultare da una scrittura privata, autenticata dal notaio o da un altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato, nella quale emerga che l’accordo esisteva sin dalla data del rogito;
  • al soggetto, in linea generale, che possedeva l’immobile al 31.12 dell’anno oggetto di detrazione (circolare AdE 19E/2012);
  • al donatario dell’immobile, come ribadito dalla circolare AdE 19E/2012;
  • al venditore, nel caso in cui il trasferimento di proprietà sia solo di una quota e non dell’intero;
  • al soggetto che ha realizzato una permuta dell’immobile;
  • all’erede che mantenga la detenzione diretta, materiale, del bene: la detrazione compete dall’anno del decesso del titolare del diritto; nel caso di più eredi la detrazione spetta in parti uguali tra gli eredi. La detenzione materiale e diretta del bene è condizione essenziale e deve sussistere per la durata delle rate di detrazione come indicato nella circolare AdE 17E/2015.

La detrazione non compete, invece, ai seguenti soggetti:

  • titolari del diritto di usufrutto, sia esso a titolo oneroso o gratuito: le quote di detrazione non fruite non si trasferiscono all’usufruttuario ma rimangono al nudo proprietario;
  • all’erede che non disponga del bene, come nel caso di immobile locato, come chiarito dalla circolare AdE 7E/2017;
  • agli altri eredi che non abitano nell’immobile, spettando l’intera detrazione all’unico erede che vi abita;
  • al coniuge superstite, titolare del solo diritto di abitazione, che rinuncia all’eredità.

Redazione Caflavoroefisconews.com