Contributo economico per supporto e assistenza a persone non autosufficienti

 

Il suddetto contributo economico è rivolto a sostegno di persone con disabilità e in condizioni di reddito ridotto.

Cos’è

INPS concede su domanda agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale un contributo economico come integrazione al reddito dei non autosufficienti.

A chi è rivolto

Il contributo spetta agli iscritti pensionati e non autosufficienti con totale e permanente inabilità lavorativa.

Come funziona

Decorrenza e durata

È un contributo annuale e ripetibile.

Quanto spetta

Il contributo varia tra 1.550 euro e 6.200 euro. L’importo si riduce della metà per le persone non autosufficienti che vivono in strutture specializzate.

Il contributo è calcolato in base alla fascia di appartenenza, come illustrato nella tabella.

Contributo per iscritti in non autosufficienti: fasce e importi

Reddito Corrispondenze
Da euro A euro Fascia Importo contributo
0,00 8.000,00 I € 6.200,00
8.000,01 24.000,00 II € 4.650,00
24.000,01 32.000,00 III € 3.100,00
32.000,01 in poi IV € 1.550,00

L’eventuale punteggio correttivo (- 1 fascia ISEE in presenza di altro iscritto nel nucleo familiare del titolare) non opera per redditi ISEE uguali o superiori a € 40.000.

Domanda

Requisiti

Per accedere al contributo è necessario il riconoscimento della totale e permanente inabilità lavorativa da parte delle commissioni mediche.

Quando fare domanda

La domanda può essere presentata anche più volte, a distanza di 12 mesi una dall’altra. La richiesta di questo contributo è alternativa a quello sanitario.

È necessario inviare o consegnare entro 30 giorni la documentazione eventualmente richiesta dall’Istituto, pena il rigetto della domanda presentata.

Come fare domanda

La domanda si presenta esclusivamente online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

 

[Fonte: INPS]