Spese di istruzione non universitarie

Spese di istruzione non universitarie – Dichiarazione 2018

Ai sensi dell’art.15 co.1 lett e-bis del TUIR, le spese per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e scuola secondaria di secondo grado sono detraibili nella misura del 19% della spesa sostenuta.

In particolare, sono comprese tra queste le spese:

  • di frequenza e di iscrizione;
  • per la mensa (anche quando questo servizio è reso dal Comune o da altri soggetti diversi dalla scuola);
  • per le gite scolastiche;
  • per le attività di doposcuola e assistenza al pasto;
  • per l’assicurazione della scuola;
  • per attività finalizzate all’ampliamento dell’offerta formativa (corsi di teatro, di lingua, ecc.).

Limite di detraibilità per ogni figlio:

per l’anno 2017, il limite di spesa è di € 717; per l’anno 2018, il limite di spesa sarà € 786; dall’anno 2019, invece, aumenterà ad € 800.

La detrazione in dichiarazione:

Le spese per istruzione non universitarie devono essere indicate, nel limite massimo detraibile, nei Righi da E8 a E10 con codice 12 nel modello 730/2018, e nei Righi da RP8 a RP13 con codice 12 Nel Modello Redditi PF/2018.